E dopo ieri, ci aspetta la prossima avventura: il premio Gaber per “Enantios” e per i ragazzi di “…” (top-secret, esordiranno proprio al Premio Gaber)

Ieri, come da programma, i piccoli di “Melanzanino” hanno replicato la loro performance nella sempre splendida cornice del Teatro Alice Zeppilli di Pieve di Cento, e hanno raccolto davvero tanti applausi da tutti gli spettatori: non possiamo non sottolineare che ci sono state alcune assenze e che i bambini non si vedevano da più di un mese, hanno avuto meno di un’ora per prepararsi eppure grazie alla loro “genialità” (come ha detto il loro abilissimo Maestro e conduttore Vittorio Zanella del Teatrino dell’ES) hanno ingranato la quinta, hanno ridistribuito le parti e hanno offerto ancora una volta uno spettacolo godibilissimo.

E che dire dei giovanissimi di “Enantios“, andati in scena alle 21:00?

Noi grandi siamo stati dietro le quinte, e possiamo rivelarvi una cosa finora mai accaduta: siamo stati là, ma avremmo potuto non esserci! Per la prima volta dopo diversi anni, infatti, i bambini si sono presi il loro palcoscenico, e hanno portato avanti tutto lo spettacolo con sicurezza e tranquillità. Per la prima volta abbiamo sentito praticamente tutte le voci forte e chiare. Questo per noi è stato davvero importante: loro acquisiscono sicurezza di sé, autonomia, si aiutano fra loro, si godono la scena con piena consapevolezza, e non è questo forse un traguardo importantissimo?

Anche perché il gruppo ha alcune “certezze” che ci seguono da anni, è vero! ma ci sono anche sempre nuovi ingressi, e quindi ci si potrebbe aspettare che i “nuovi” rallentino i “vecchi”, che i più “abili” oscurino i “principianti”.

10313559_623325471084333_184834672331123138_n

E invece no: tutti erano consapevoli della loro importanza, della loro parte, del fatto che il tutto funziona se ogni singolo ingranaggio si muove bene.

Noi siamo davvero orgogliosi di loro (io poi – Daniela – non ho resistito e li ho immortalati anche da dietro le quinte, guardateli qui a sinistra, come sono belli!).

Ora ci attende il Premio Gaber: terza edizione per i più piccoli, seconda edizione per i più grandi.

Seguiteci, vi daremo tutte le informazioni per farci come al solito un tifo sfegatato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...