9 ottobre 2016 – RAKU a centriamo tutti

Domenica 9 ottobre alle 12.30 presso il Parco Venturi le Associazioni aderenti al Tavolo della Solidarietà, in collaborazione con l’A.T. Pro Loco ed il Comitato Operatori Economici di Pieve, organizzano “CENTRIAMO TUTTI”, pranzo solidale il cui ricavato sarà devoluto a favore delle popolazioni del Centro Italia recentemente colpite dal sisma.

In questa occasione Associazione Raku e alcuni degli attori formati con la Scuola di Teatro Sociale attivata a Cento (FE) negli scorsi anni presenteranno un nuovo importante progetto, che ha ottenuto il patrocinio del Comune di Pieve di Cento e della Regione Emilia Romagna.

Non vi sveliamo altro, ma aspettatevi – come al solito – una presentazione un po’ insolita e coinvolgente.

Vi aspettiamo numerosi!

Per info: http://www.comune.pievedicento.bo.it/notizie/2016/centriamo-tutti
Prenotare entro il 6 ottobre presso l’URP oppure chiamando il tel. 051 6862611.

 

La Peste a Firenze!

Il 15 aprile i gruppi di teatro della nostra associazione si sono misurati in una nuova esperienza: replicare la loro “performance” della Peste insieme al gruppo del Centro Diurno Fili e Colori di Firenze, sempre sotto la supervisione e con l’amorevole guida di Isole Comprese Teatro.

Li ha ospitati il Teatro dell’Affratellamento, ed è stata un’esperienza che ha lasciato molto soprattutto ai più piccoli, che l’hanno inserita in una fuga-da-casa diversa dal solito! Al “premio Gaber” – cui abbiamo partecipato per ben 4 edizioni – infatti ci si divertiva ma ci si muoveva stretti in un territorio ben circoscritto; in questo caso invece i nostri ragazzi, liberati da più ore di scuola (cosa non si fa per l’arte!), hanno goduto oltre che del Teatro anche di una bella camminata per il centro storico di Firenze, di una visita guidata a Palazzo Vecchio e poi a Fiesole. Non sono mancati tanti momenti allegri e tanta condivisione. Esperienza assolutamente da ripetere, se addirittura alcuni ci hanno chiesto quand’è che li portiamo all’estero. Bisognerà darsi da fare, con la caccia i finanziamenti!

Altri appuntamenti

Mentre oggi è partito il III anno del corso di Teatro Sociale, il 14/11 ripartirà il laboratorio per i giovanissimi dagli 8 ai 13 anni.
Li aspettiamo in Dafni Carletti (=al solito posto dell’anno scorso, dietro il Comune di Pieve).
Per iscrizioni e informazioni su orari ecc chiamate Marieva: 328.8742061.

Nel 2016 saranno attivati altri laboratori e anche il “nuovo” I anno di Teatro Sociale; per info chiamare sempre Marieva al numero indicato sopra.

Raccontiamo: da “Fragile”… agli esami

Alcune parole su “Fragile”, e sulla conclusione del Corso di Teatro Sociale

Sabato 14 marzo 2015 Pieve di Cento ed il Teatro Alice Zeppilli sono stati protagonisti di un evento molto importante – e davvero “unico” sotto molteplici aspetti.
Lo spettacolo “Fragile” è stato presentato in due repliche: la mattina si è avvalso anche della (preziosa) partecipazione di alcune attrici di AltrArte, ed ha ricevuto in platea un pubblico composto per lo più di adolescenti (gli allievi dell’ISS Taddia e dell’ISIT Bassi-Burgatti di Cento).
La sera invece, grazie al tam-tam fatto partire dagli studenti del Corso di Teatro Sociale, sono arrivati spettatori da Bologna, da altre province dell’Emilia Romagna e anche da altre regioni. Prima dell’apertura delle porte del teatro i biglietti erano già esauriti!

Continua a leggere

Fragili – un progetto, un percorso.

 
PROGETTO “FRAGILE”

“Quando sono debole, allora sono forte” (S. Paolo).

 14 MARZO 2015

Teatro A.Zeppilli di Pieve di Cento    

Sabato 14 Marzo ore 9,00 spettacolo-evento rivolto  agli studenti delle Scuole Superiori del territorio e , a seguire alle ore 21,  rappresentazione  aperta alla Cittadinanza.

Con il “PROGETTO FRAGILE” si intende aprire una riflessione sulla condivisione sociale dell’ Arte tra categorie svantaggiate e fragili quali: disabili, bambini, anziani,  e operatori del settore educativo. Gia’ da due anni e’ attivo nel Comune di Cento il corso di formazione teatrale sul Teatro delle Differenze che vuole formare operatori aperti alla nuova sensibilita’ della scena artistica. Con questo evento il progetto intende restituire alla cittadinanza la propria identita’ poetica. Diversamente abili, giovani, attori, cittadini, operatori si  incontrano in una “scena della differenza.”

Continua a leggere

Auguri e un paio di “cosine”…

Anzitutto vogliamo farvi anche da qui i nostri auguri per le feste in arrivo!!!

E poi: ringraziamo chi ieri è venuto al nostro “laboratorio aperto” (bimbi, sappiate che anche persone che non vi conoscono hanno sbirciato, e vi hanno fatto i complimenti! complimenti forti soprattutto perché è arrivato il vostro interesse, la vostra voglia di esserci e partecipare alla grande!) e sperando di farvi un piccolo dono vi scriviamo i dettagli dei libri che sono stati la base di un paio di attività, così potete magari acquistarli, o cercarli in biblioteca (e perché no, regalarli!!!).

Il primo libro, quello di cui i bambini hanno letto qualche pagina, è uno splendido albo illustrato che si intitola “Che cos’è un bambino?” ed è edito da topipittori, che diciamocelo… di libri belli ne mette in giro un bel po’. Qui un link, con qualche  informazione : LINK CHE COS’E’ UN BAMBINO. Questo per certo lo trovate in biblioteca a Pieve.

L’altro libro, quello da cui io (Daniela, di solito sono io che scrivo qui) vi ho un po’ letto e molto raccontato la storia del “Bambino a quattro ruote” s’intitola invece “Buona differenza“. Vi segnalo il link, e vi suggerisco di non far troppo caso alla scritta che indica come età di lettura dai 12 anni. Non c’è mica un’età ideale per leggere cose belle, magari si chiede un aiuto ai genitori, ai nonni, agli insegnanti, si legge a due quattro o dieci voci, e una bella storia arriva sempre bene: LINK BUONA DIFFERENZA.

A tutti i nostri lettori ricordiamo poi che:

– il laboratorio dei bambini 8/12 anni riprende in gennaio, in via del tutto eccezionale la domenica 18. Solito posto e solito orario. Sappiamo che la pausa è lunga e siamo i primi a dispiacerci, ma il finesettimana che segue la riapertura delle scuole vedrà noi operatori alle prese con la nostra formazione. Dopotutto voi siete sempre più bravi e noi abbiamo bisogno di imparare tante cose nuove per poi passarvele 😉

– i due laboratori con MariaPia Urso ricominceranno mercoledì 7 gennaio, solito posto e solito orario; la novità 2015 sarà però che resterà fisso il mercoledì (fino a nuova eventuale comunicazione);

– la prossima giornata con Giovanni Berretta è prevista per il 25 gennaio (ricordatevi i “compiti”!!! e durante le feste allenate alla grande la voce!!!);

– nel finesettimana 9/10/11 gennaio riprende il Corso di Teatro Sociale (e anche qui: ricordatevi i “compiti”!!!).

—— il 17 gennaio partirà anche il laboratorio con Vittorio e Rita, per i più piccini. Appena ci riesco pubblicherò un volantino con info dettagliate  ——

Augurissimi a tutti!

Corso Teatro Sociale II anno: prontipartenzaevvia!

Associazione R A K U – CasaFamiglia SIRALUNA
e
Scuola di Teatro Sociale Isole Comprese
con
Fondazione Del Monte
Centro Culturale Alle Arti

Comunicano la partenza del II anno del CORSO DI FORMAZIONE
“L’ATTORE SOCIALE” – TEATRO SOCIALE E TEATRO DELLE DIVERSITA’

5 WORKSHOP sul Teatro Necessario, sul Teatro come esperienza, sulla metodologia dell’Arte in contesti sensibili, realizzati in collaborazione con la scuola di Teatro Sociale di Firenze.

Per maggiori info scarica il volantino allegato: Corso Teatro Sociale – II anno

Il corso di Teatro Sociale; pronti per la partenza del secondo anno

Un’estate strana, questa qui.

I giorni più caldi sono stati forse quelli in cui il gruppo del laboratorio di Teatro Sociale ha dato vita ad “Operacento” lo scorso giugno!

Visto che le temperature alte ci piacciono, vi proponiamo di scaldare i prossimi mesi con diversi appuntamenti.

Partiamo con il secondo anno del laboratorio di “teatro sociale”: partirà ad ottobre e ci vedrà impegnati fino a marzo.

Per info, cliccate qui: teatrosociale2014_2015

****

Qualche altra info:
– sta per ripartire il gruppo di automutuoaiuto per famiglie affidatarie e adottive: se interessati, contattateci!
– ricordiamo ai bambini di “Enantios” che il 20 settembre replicheranno la loro performance a Bologna; sabato prossimo ci si vede quindi per scaldare voce muscoli e cuore ed arrivare all’appuntamento carichi delle migliori energie ed emozioni da regalare!
– altri laboratori ed altre iniziative sono in partenza, ma vi daremo novità a date certe!

– La nostra Associazione negli ultimi giorni ha unito le forze con il KINO di Pieve di Cento e ha regalato tante belle emozioni&energie a chi ha partecipato alla Festa dei Giovani ediz.2014 e si è lasciato coinvolgere dalle nostre iniziative:

  • Giovedì sera Giovanni Berretta Valentina Rossi e Anna Taglietta della Compagnia Ordinesparso hanno portato sul palco del KINO “Le Vesti pesanti” (se non eravate dei nostri vi invitiamo a vedere il promo su youtube e a cercarlo in giro)
  • da venerdì pomeriggio a domenica pomeriggio il regista Giovanni Berretta ha condotto un mixatissimo gruppo di giovanissimi ed adulti nei meandri del suo “Prex“. Ci auguriamo di poter presto pubblicare foto e magari video di questi eventi.

Grazie a chi ha reso possibile queste iniziative, grazie a chi ha partecipato e collaborato. Grazie a chi ho scordato di ringraziare (avvisatemi e aggiungo e correggo ndr_byDaniela) e grazie a chi avesse materiale foto/video da inviarci: ogni testimonianza è importante per noi!

 

“tanta roba!”

Il titolo non è forse da premio letterario, ma rende bene.

Tanta roba, perché nel giro di pochissimo tempo abbiamo portato i nostri gruppi al Premio Giorgio Gaber, e li abbiamo fatti esibire a Pieve di Cento e alcuni anche a Bologna.
Tanta roba, perché  si è concluso il Corso di Teatro Sociale, e l’ultimo appuntamento di questo corso ha dato vita ad un evento davvero particolare, e speciale.

Tanta roba, durante il momento finale del Corso, aperto al pubblico:

qualcuno ha potuto vedere una bambina con una farfallina dipinta sugli occhi sedersi ad un tavolo composta, aprire un barattolo pieno di parole di Boris Vian, e creare poi con le parole e la colla una composizione tutta sua;
qualcuno ha potuto vedere la commozione delle persone che ascoltavano la narrazione della “zuppa di sasso”, o la melodia bambina dell'”acquarello” di Toquinho;
qualcuno ha assistito divertito alla “performance nella performance” di due bambini dentro un nido di fili colorati: si sono litigati con passione e destrezza una poesia racchiusa in un rotolino di carta legato con un nastro rosso!;
qualcuno ha gettato i suoi desideri in un “secchio” accogliente;
qualcuno ha ammirato ammutolito una giovane donna vestita di bianco stendersi su un tappeto di schizzi di colore, farsi accarezzare da loro e poi alzarsi con tutti i colori addosso;
qualcuno ha ascoltato rapito molte note, molti canti, molti racconti;
qualcuno è rimasto segnato dalla bellezza delle parole “recitate ballando” da una fanciulla posizionata tra le inferriate di una finestra, o di un’altra che ballava il tiptap;
qualcuno ha ammirato il coraggio di un clown che con una temperatura torrida ed un ombrello rotto passeggiava con un cappotto pesante;
qualcuno ha appeso i suoi sogni sui rami di un albero, mentre qualcun altro si è lasciato appendere ad un filo, con tanto di stampella infilata nella maglietta;
qualcuno ha pensato “però!” degli striscioni che scendevano dall’alto, di “tutte queste cose delicate”, dell’odore di caffè, dell’offertorio poetico;
qualcuno ha letto e ascoltato parole sparse, guardato fotografie ed immagini sparse, e in alcune ci si sarà probabilmente riconosciuto;
qualcuno ha visto quello che si vedeva, ma anche quello che forse c’era senza che fosse proprio evidente e messo in mostra;

e la lista potrebbe allungarsi – forse lo farà! – perché ne sono successe tante, perché è stata appunto tanta roba.

In molti si sono poi emozionati durante il momento corale dei libri, e hanno accolto con piacere di essere inclusi nella costruzione del “terzo paradiso“.

Abbiate un po’ di pazienza, e presto metteremo qualche foto dei vari ultimi eventi 🙂

Nel frattempo, un grazie forte e grande a tutti i partecipanti (di ogni evento e non solo dell’ultimo).
E un grazie enorme ad Alessandro ed Elena, che ci hanno insegnato tanto, ben guidato. ottimamente nutrito.

 

Apriamo le porte del nostro laboratorio!!!

A febbraio è partito il laboratorio di “Teatro Sociale e delle Diversità” organizzato a Cento (FE) da Raku-Siraluna e condotto da Alessandro Fantechi ed Elena Turchi della Scuola di Teatro Sociale di Firenze. Le adesioni sono state tante, e i partecipanti hanno seguito le attività proposte con grande entusiasmo.

La nostra abituale propensione alla condivisione ci ha fatto maturare la convinzione che questo entusiasmo va ora – appunto! – condiviso.
E quindi durante l’ultimo workshop intitolato “gioco – rito – festa” apriamo le porte del nostro laboratorio, e v’invitiamo a partecipare numerosi.

Cliccate sull’immagine qui sotto, scaricate il volantino allegato, unitevi a noi nella danza del sole (l’evento sarà organizzato all’aperto nel bellissimo giardino della Fondazione Zanandrea di Via Ugo Bassi 49 a Cento), e venite a trovarci domenica prossima alle 18.00. Vi aspettiamo 😀

performance_corso_teatro_sociale